Interessante come dal punto di vista musicale si attraversino tre epoche differenti e cronologicamente successive: l'era dello swing e del sorgere del sistema dello stardom; il potenziamento del divismo che si ha col sorgere del rock'n'roll; il distacco e contrasto tra rockstar e il proprio pubblico, che arriva a contestarla, col rock degli anni '60 e '70. Il cantautore genovese, infatti, cominciò a pubblicare le sue canzoni già negli anni ’60, ispirandosi perlopiù ai maestri francesi. Il che spiega anche il relativo oblio di cui è ingiustamente vittima oggi: un'altra Italia, sconosciuta a chi non l'ha vissuta. Il 28 aprile 1971 uscì Il manifesto, quotidiano edito dall’omonimo gruppo. Fai log in per entrare nel tuo account. Find helpful customer reviews and review ratings for I Cantautori Italiani: Gli Anni 70 V1 / Various at Amazon.com. email non funzionante Data Registrazione 25 Feb 2009. Giuseppe Rubino certamente a livello musicale Sì. ↑ [-] La foto di Francesco De Gregori è di Gorupdebesanez (via Wikimedia Commons). Durante un concerto a Milano, infatti, De Gregori venne attaccato da una parte del pubblico, che lo contestava. Twitter . Guardiano del faro. (Francesco Donadio, op. Home (current) Suggerisci un titolo! La seconda metà degli anni ’70 fu, dal punto di vista dello scontro politico tra giovani di estrema destra e giovani di estrema sinistra, il periodo in assoluto più violento. Volcán Popocatépetl, whose name is the Aztec word for smoking mountain, towers to 5426 m 70 km SE of Mexico City to form North America's 2nd-highest volcano. Quel concerto, in cui la sinistra extraparlamentare arrivava a minacciare uno dei cantanti più amati dei giovani politicizzati, segnò uno spartiacque non solo nella carriera di De Gregori ma di tutti i cantautori con italiani. Idolatrati dal pubblico, come portatori di un Verbo sacro, vere e proprie rockstar, spesso senza rock, in un Paese che il rock, quello vero, lo sta rifiutando per motivi ideologici. Ma lui non lo contestano: ha scritto “La locomotiva”, dove canta “fratello non temere / che corro al mio dovere, / trionfi la giustizia proletaria”. Oltre a De Gregori – con cui scrisse Cosa sarà [3] e Ma come fanno i marinai – in quegli anni ’70 lavorò spesso anche con Ron, destinato poi a una discreta carriera. Sta per aprirsi l'epoca dei cantautori e Bennato è sul pezzo. Mentre riparte alla guida del Fiat 238. Benvenuto su New Shop Generation: il tuo Centro Commerciale Virtuale che ti permette di Guadagnare sui Tuoi Acquisti e se lo Consigli ai tuoi Amici Guadagni Crediti NewShop sui loro Acquisti Ogni momento storico ha il suo capo d’abbigliamento rappresentativo, il suo stile inconfondibile. I cantautori, il pop il jazz e il rock book. Nel 1977 però Dalla decise di dare alla propria carriera una ulteriore svolta. Quell’anno, però, più che dalle canzoni fu segnato dalla contestazione. Alla fine però, agli autonomi resteranno la galera o il rifugio dei centri sociali; Bennato, invece, col formidabile trittico “Burattino senza fili” (1977) , “Uffà, uffà” e “Sono solo canzonette” (1980), conquisterà gli stadi e le televisioni, anche straniere. Note legali, termini di utilizzo, fotografie, I grandi successi sul finire del decennio. A Napoli gli chiedono conto delle ambiguità dei suoi testi, di cui qualcuno comincia ad accorgersi. Poco dopo diede alle stampe il primo disco solista, L’orso bruno, presto seguito da Le cose della vita. Precisa Sandro Colombini: “Bennato è anarchico. È Bennato che guida. Guido ndr Caro Guido, gli uomini solitamente sono portati a schierarsi con il potere, qualunque esso sia, potere politico, economico, persino quello mafioso. Sottolinea poi che il compenso viene diviso in parti uguali tra lui e i tecnici, nonché coi musicisti che cominciano ad accompagnarlo, Toni Esposito alle percussioni e Lucio Bardi alla chitarra; non ché che spesso suona gratis “nelle università, in spettacoli organizzati o dai collettivi operai o dal movimento studentesco” (ibidem). Lecanzonipiubelle.it. Assieme a Francesco de Gregori – con cui aveva già cominciato a collaborare in alcune canzoni – condusse uno storico tour in giro per l’Italia, intitolato Banana Republic. D'altronde, Bennato non è mai stato comunista: “È sempre passato per uno di sinistra senza di fatto esserlo”, ha ricordato Renato Marengo al solito Donadio. Alla fine Bennato li provoca, loro salgono sul palco e finisce a botte. Al suo interno si trovavano tracce come Anna e Marco, L’ultima luna, Stella di mare e L’anno che verrà. Cominciano le contestazioni anche per lui. di. Ricordo che, anni fa, non mi stancavo mai di ascoltarla e, tutt'ora, se mi capita la risento molto volentieri. Tirata, stringata. https://classikrock.blogspot.com/2010/11/anni-70-i-cantautori.html Lista cantanti, autori, interpreti musicali, generi e playlist Anni 80. Iniziò a mostrare doti più personali sul finire del decennio, ma fu solo nei ’70 che si propose come un autore nuovo. See all formats and editions Hide other formats and editions. Dal punto di vista commerciale, la svolta della carriera – come d’altronde anche per quella di De Gregori – arrivò nel 1975. Lavoro volentieri anche per tutti i movimenti politici di sinistra, anzi, tolta qualche rara eccezione, lavoro quasi esclusivamente per loro (intendo spettacoli), più per spirito di parte che per vera identificazione ideologica." https://classikrock.blogspot.com/2010/11/anni-70-i-cantautori.html Registra il tuo utente e aggiungi la pagina della tua bandregistrati adesso. Nel corso di stesura le cose sono cambiate ed è diventato qualcosa di più di una semplice lista di brani piazzati un po a caso. Questo disco ebbe invece un buon successo, anche se i pezzi politici avevano un ruolo secondario rispetto ai ritratti femminili o alle poesie ermetiche. Cantanti-Cantautori italiani di sinistra Se c'è già stato un sondaggio del genere, mi scuso. Bennato capisce. Nato a Roma, cresciuto nell’ambiente del Folkstudio, il cantautore esordì all’inizio degli anni ’70. Bennato probabilmente legge queste righe, che nel 1976 equivalgono a una condanna. Venditti, in particolare, passò in questi anni vari suoi brani ad alcune importanti interpreti femminili, come ad esempio Mia Martini e Patty Pravo. In essa Bennato si premura di sottolineare che “quando suono nei teatri, desidero espressamente che il costo del biglietto non superi le 1500 lire” (ibidem). Ma i compensi sono ancora ridicoli: a Siena, in un festival organizzato da Lotta Continua, che è la forza politica che gli dà più lavoro assieme al PCI e alle sue Feste dell'Unità, viene pagato la miseria di 10000 lire, ovvero 62 euro di oggi. Non è vero: ne ha chieste 150000 (800 euro), ma intanto deve scappare con tanto di inseguimento in auto. Al Teatro Comunale di Rovereto, ad aprile 1975, un autonomo gli urla in faccia: “Ma lo sai, tu, cantante dei miei coglioni, quanto guadagna un operaio? "10.000 lire, ovvero 62 euro di oggi" Pensate oggi, che è pure morto. Modenese di nascita, bolognese d’adozione, Guccini esordì in realtà sul finire del decennio precedente, ma già dalle prime battute sembrò un cantante proiettato in avanti. Due nomi su tutti: “Per voi giovani”, la storica trasmissione del Primo Programma Rai, e “Ciao 2001”, la rivista rock più diffusa all'epoca. Succede che si presenta ai festival pop che in quegli anni sono numerosissimi in tutta Italia. L’esperimento funzionò bene, con stadi pieni e mezzo milione di copie del disco live vendute. In quell’album complesso, scritto in collaborazione con Roberto Dané e Gian Piero Reverberi, De André azzardava un’allegoria del movimento studentesco, in chiave però evangelica. Ma in quegli anni, come ha evidenziato Renato Marengo nell'intervento succitato, la fruizione concreta della canzone, arricchita dal vivo dalla mimica e dagli sberleffi di Bennato, faceva pensare che il rocker napoletano si ergesse a portavoce dei contestatori. Musica italiana anni 70: aneddoti per una conversazione su 10 cantautori italiani Posted on 14 Maggio 2015 by nostalgia Attenzione: questa lista non pretende di essere esaustiva, e non e’ nemmeno stilata in ordine di importanza. L’anno successivo uscì poi Francesco De Gregori, album meno convincente del precedente, ma contrassegnato dalla presenza di Niente da capire. Insomma: è uno di noi, uno “normale”. EMBED. È stata la prima volta che ho percepito quanto appeal avesse sul pubblico. I Cantautori Italiani: Gli Anni 70 V1 / Various Imported ed. Come Fabrizio De André, anche Lucio Dalla aveva già cominciato a farsi conoscere dal grande pubblico prima degli anni ’70. Semmai era un compagno più libertario che ortodosso, altrimenti a 25 anni dalla caduta del muro avrebbe sostenuto la lista del Pd, quella dei 5 stelle o la destra, non la coalizione con Rifondazione Comunista e Sinistra anticapitalista. Segnala altri cantautori italiani degli anni ’70 nei commenti. All’inizio i suoi brani parlavano di diseredati e infelici, con un ritmo che riprendeva la forma della ballata o addirittura della filastrocca giocosa. Free Shipping, Cash on Delivery Available. Grazie a quel successo, negli anni ’70 divenne uno dei cantanti francesi più importanti anche ideologicamente, a causa delle sue posizioni di sinistra e di canzoni sempre esplicite. Mentre assieme ai “ragazzi del cortile” smonta l'attrezzatura dal furgoncino. Sante Gaiardoni . Probabilmente entrambe le possibilità sono vere. Ma da entrambe Bennato, che sta per diventare una star (sarà il primo italiano a riempire San Siro, il 19 luglio 1980, con 80000 paganti), prende chiaramente le distanze. Le canzoni, scritte ancora con l’aiuto di altri, adattavano le poesie dell’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters, mostrando come si potesse portare la poesia in musica. La generazione perduta dei nati in Italia negli anni ‘70 e ‘80. Era brani brevi, immediati, poetici, che si inserivano nella tradizione della scuola genovese. Il nuovo pezzo eseguito a Civitanova, poi, ha una furia proto punk e un testo sarcastico e genericamente di protesta, perfetti per il pubblico di estrema sinistra che affolla i festival. Diventa presto popolare: il 22 giugno 1974, al IV Festival d'Avanguardia e Nuove Tendenze a Villa Borghese a Roma, tra mille contestazioni agli altri artisti che si esibiscono, “venticinquemila ragazzi […] urlano nel buio «Ben-na-to Ben-na-to» e lui, l'antieroe, […] li punge, li stimola, li interpreta tutti nella loro rabbia vera, stracciando le frasi fatte, la musica demagogica” (Marco Ferranti, su “Ciao 2001”, in Francesco Donadio, op. I protagonisti degli scontri politici di piazza negli anni di piombo rievocano atmosfere e metodi di lotta. ... Entra anche tu nella community che conta più di 20.000 iscritti! Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento, PUBBLICITÀ - ISCRIVITI - PER ESSERE RECENSITI - CONTATTI - FAQ - STAFF, PARTITA IVA 07712350961 - CONDIZIONI D'USO - PRIVACY, La storia del brano con cui Edoardo Bennato prendeva in giro tutti: cantautori, contestatori, impresari e pubblico, Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani, https://www.youtube.com/watch?v=K3Ba_TTJ7RE. E mentre loro rimangono stupiti da tanto ardire, gli si getta addosso dal palco, menandoli di brutto, seguito dai “ragazzi del cortile” e quindi dal pubblico. Esatto: “Cantautore”. Al Teatro Alfieri di Torino, il 13 ottobre, il solito gruppetto di autonomi lo fischia chiedendo “musica gratis”; è quindi costretto a dare un concerto gratuito due giorni dopo al Teatro Nuovo. Ma allora l'Italia diventa l'unico Paese al mondo dove c'è guerriglia urbana ai concerti. Cinque straordinarie frasi dalle canzoni di De André, Tutte le canzoni degli anni ’70 più belle e famose, Storia semiseria e illustrata della filosofia occidentale, Libri per l’estate ma anche grandi ritorni: gli acquisti della settimana, I 150 aforismi sull’amicizia più significativi, Venditti e De Gregori torneranno ad esibirsi insieme, 50 anni dopo, 12 canzoni sulla vita, sul coraggio e sulla forza che fanno riflettere, 13 canzoni sull’amore impossibile e non corrisposto, Le 22 canzoni italiane più famose e conosciute al mondo, 150 belle frasi sui tramonti, da dedicare, Le 12 canzoni dei R.E.M. Ha avuto e ha ancora un lato melodico che non si può trascurare. C'è chi sussurra il nome di Guccini, l'Intoccabile. Save my name, email, and website in this browser for the next time I comment. cit.). Radio Italia Anni 60 - Quarant'anni di successi italiani ed internazionali in una sola radio: è Radio Italia Anni 60. Più che altro mi definirei un “libertario”, e per questo mi riconosco soprattutto in movimenti come quello del Partito Radicale. Poi alla Rassegna di Musica Contemporanea di Civitanova Marche, il 29 luglio. Cantanti-Cantautori italiani di sinistra Se c'è già stato un sondaggio del genere, mi scuso. Gentile redazione di Leccecronaca, al mare con gli amici è sorta una discussione sui cantanti di destra e di sinistra in particolare sul Califfo, vorrei un Vs. parere. Preciso che ho arrotondato di qualche centesimo. L’opera del cantante genovese, descritta nelle sue intenzioni come un allegoria della storia degli anni 70, raccontata attraverso la storia biblica di Cristo. Quel disco e i suoi singoli arrivarono fino in testa alle classifiche sia dei 45 giri che dei 33 giri, cosa decisamente poco comune per un cantautore. Cantanti italiani anni ’70: la lista dei più amati. “Edoardo non dichiarava mai cos'era. 10-2017. di Flavio Mola. Pensa che i geni, quindi, dovrebbero morire a 40 anni. Il pezzo trainante del disco era però Eskimo, in cui Guccini faceva il punto della sua carriera e della sua vita a circa 10 anni dagli esordi. All'arrivo alla stazione di rifornimento, per sottolineare di non essere ricco, esclama: “Altro benzinaio, altra stangata”. Ad ogni modo, nel 1979 uscì anche un album live, a celebrare l’affetto che il pubblico in tutto quel decennio aveva tributato al cantante modenese. Lui aveva un'ingenuità politica, ma era molto prudente, molto attento a non esporsi mai. La grande cura per i testi, d’altra parte, fece del musicista emiliano il capofila dei cantautori politici. "1.500 lire. La grande musica italiana dei primi Festival di Sanremo, i grandi Cantautori degli anni '70, gli straordinari interpreti degli anni '80, i gruppi di successo e le tendenze degli anni '90 vi accompagnano quotidianamente sulle frequenze di Radio Italia Anni '60 A completare questo ricco palinsesto anche i più grandi successi internazionali Radio Italia Anni 60 RADIO ITALIA ANNI 60 S.R.L. E indovinate qual è la canzone che intermezza il parlato? Michelangelo Romano, che lo intervista per il primo libro a lui dedicato (“Edoardo Bennato. Muzak. Nel ponte non è certamente il pubblico a parlare: ma è l'organizzatore, per lusingare l'ego dell'artista, o sono gli stessi pensieri dell'artista, che così preluderebbero alla seconda parte del finale (“Sì, è vero, sono io il più bravo / nessuno è bravo come me”)? E ovunque è un trionfo. Altrettanto bene, comunque, andò l’anno successivo Buona domenica. Poi, se uno scaldabagno canta meglio di lui ed hai la malsana idea di farlo notare, sei un fascista ignorante di musical. A livello dei testi avrebbe dovuto cambiare tutto, perché era troppo legato all'attualità italiana di quegli anni. È difficile collocare Fabrizio De André in un unico decennio. TP Advertising 15-12-06, 14:47 #2. Inoltre, Bennato one man band costa agli organizzatori molto meno di un gruppo prog e questo, in un periodo in cui si afferma che la musica deve essere gratis, ci si aspetta il contributo finanziario dell'artista alla causa rivoluzionaria e si contestano prezzi dei biglietti che oggi apparirebbero più bassi della media, conta, conta molto. Canzone per un’amica toccava il tema della morte. Ma intanto, nel 1975, le contestazioni continuano. 8 Romoli 1 Fumettu Tv Anni 70 Principene Alan Ford Audio Preview remove-circle Share or Embed This Item. Anch’egli esordì nel 1972, dividendo l’album d’esordio – Theorius Campus – con De Gregori. Nove dall'esordio discografico, il lontano e perduto 45 giri “Era un sogno / Le ombre”, pubblicato dalla Parade di Vincenzo Micocci, che era arrivato nei negozi italiani a novembre 1966. Il cantautore, infatti non può sentirsi male, essere stanco, paragonarsi a un camionista il quale ha il diritto, in quanto lavoratore, di riposare. Ma ben 17 dai tempi del Trio Bennato, nome sotto il quale i tre fratelli Giorgio, Eugenio ed Edoardo, appena dodicenne, suonicchiavano nei locali napoletani nell'anno Domini 1958.Anni di rospi ingoiati, di flop uno dietro l'altro: l'ultimo – e peggiore – quando il suo primo lp 33 giri, “Non farti cadere le braccia”, registrato ai primi del 1973 e uscito a febbraio, suscita un clamoroso silenzio. Cit.). E in quel 1975 scrive il pezzo che ritrae perfettamente il clima dell'epoca: “Cantautore”, che inserirà nel suo album del 1976, “La torre di Babele”, ma che presenta in tv già in quell'anno cruciale, introdotto da Lucio Dalla, un altro che, cattolico com'è, quel clima lo subisce ed è costretto ad esibirsi solo per i “compagni” e che sottolinea come Bennato offra uno spettacolo minimale (e quindi, è il sottinteso, a costi bassissimi). Ricorda Claudio Rocchi:Ha fatto “Salviamo il salvabile”. Facebook. Flickr photos, groups, and tags related to the "cantautori" Flickr tag. In diretta live da Montréal (Québec) Canada, per tutti gli italiani nel mondo trasmettiamo le piu' belle selezioni musicali dei favolosi anni '60 e '70. Negli anni ’70, ad esempio, la moda si è fatta portavoce di ideologie, concetti e rivoluzioni. Cioè 16 euro (scarsi) per vedere Lou Reed nel momento del suo massimo splendore. Leggi anche: Tutte le canzoni degli anni ’70 più belle e famose. Non ti diamo un cazzo!” (ibidem). Si capisce perfettamente, quando sei abituato al palco. Amore & Sesso - Animali - Architettura & Urbanistica - Arte - Auto & Moto - Bambini & Famiglia - Bellezza - Cucina - Economia - Film - Filosofia - Fotografia - Fumetti - Giochi & Videogiochi - Giornalismo - Hardware, Software & App - Libri & Ebook - Musica - Moda - Politica, Società & Religione - Programmi TV - Salute, Benessere & Fitness - Scienze & Natura - Scuola - Sport - Storia - Umorismo - Viaggi, Chi siamo – Proponi una lista – Note legali, termini di utilizzo, fotografie – Informativa estesa sui cookie – Privacy policy – Cambia le tue preferenze di privacy, Benvenuto! Ci guadagna quanto basta per comprarsi un nuovo Fiat 238, stavolta blu, e un impianto Lombardi, il preferito dalle rock band italiane e non solo. Seconda ambiguità. Il successo di quel nuovo disco portò Dalla nel 1979 a pubblicare un nuovo album intitolato semplicemente Lucio Dalla. Esistono cantautori di destra? Ermanno Ferretti. ---L'articolo Contro i cantautori e gli intellettuali di sinistra: gli anni '70 di Edoardo Bennato di Renzo Stefanel è apparso su Rockit.it il 22/07/2016 14:11. Animazione musica e tanto tanto divertimento con l’intramontabile GIANNI DRUDI : VOCE E CHITARRA – ANIMATORE, CANTANTE LAURA FREDDI :... Mostra articolo. “Questi sono i “sondaggi” che preferisco: piazza strapiena (di giovani) a Carpi (Modena), con sindaci di sinistra da 70 anni!!! Comincia a battere tutti festival italiani. Tra la fine degli anni ’60 e l’inizio dei ’70, però, lo stile di De André cominciò ad evolvere. Quando l’estrema sinistra sequestrava i cantautori nei palazzetti: i processi degli anni ’70. Lui, che nel suo repertorio vanta tante canzoni di lotta e denuncia sociale, si è accorto, forse con un po’ di ritardo, che gli eredi del Pci sono lontani dal loro partito d’origine; lo stesso che ha avuto proprio in De Gregori e altri cantautori la propria colonna sonora negli anni ’60 e ‘70… E tutta l'informazione, ogni ora. 1500 lire. http://www.infodata.ilsole24ore.com/2015/04/14/se-potessi-avere-calcola-il-potere-dacquisto-in-lire-ed-euro-con-la-macchina-del-tempo/. Registrato il: 11/08/2004. Ass Pro Loco di Trezzo sull'Adda presenta TRIBUTO AI GRANDI CANTAUTORI ANNI 70/80 Da Lucio Dalla a Giorgio Gaber, dai Nomadi a Ivan Graziani, da Francesco De Gregori a Fabrizio De Andre fino ad arrivare a Lucio Battisti, per un un viaggio musicale attraverso brani che hanno reso grande la … Quel disco si intitolava Album concerto e venne registrato assieme ai Nomadi di Augusto Daolio. Effettivamente non ha mai suonato per il PD, ma per i 5 stelle molte volte. Shop I Cantautori Italiani: Gli Anni 70 V1. Mi limito a chi fa musica, perchè se andiamo a sindacare anche … Un giorno […] disse: «Ma io non capisco, quelli so' cattivi, quelli so' buoni, ma mio padre è monarchico ed è una brava persona». Oltre ad appartenere alle varie subculture che si andavano a creare, i giovani spesso si occupavano di politica e anche l'abbigliamento differenziava i giovani di sinistra da quelli di destra...sapete che tipo di abbigliamento avevano i ragazzi a appartenenti ai due schieramenti? ↑ [6] Qui la potete ascoltare grazie a YouTube. '70 E DINTORNI... LA MUSICA ITALIANA. The glacier-clad stratovolcano contains a steep-walled, 250-450 m deep crater. Questa volta Bennato, che sta suonando, butta la chitarra per terra e urla: “Basta con questi scornacchiati!”. Chissà... Terza ambiguità. In quel disco i pezzi di De Gregori mostravano però già lo stile che avrebbe contraddistinto il cantautore romano. Hello Select your address Best Sellers Today's Deals New Releases Electronics Books Customer Service Gift Ideas Home Computers Gift Cards Subscribe and save Coupons Sell In quell’anno uscì infatti Lilly, la cui titletrack raccontava una storia di droga che all’epoca fece scalpore. Venderò la mia rabbia”, Arcana, 2011)Pare la fine. Stanco della collaborazione con Roversi, scelse di scriversi da solo i testi delle canzoni. Auschwitz parlava dell’Olocausto. Forse il più rappresentativo cantautore italiano degli anni ’70 è però Francesco Guccini. 1. Eccoli, insieme ai loro maggiori successi di quel periodo. Il primo disco degli anni ’70 fu quindi Due anni dopo, un album in realtà piuttosto intimo, in cui comunque non mancava un inno come Primavera di Praga. Lo si inquadra mentre esce dai bagni. Nel finale, infine, le voci parlanti si sdoppiano: prima il pubblico si ribella, seccato proprio dalla perfezione del cantautore e dai privilegi di cui gode e che lo stesso pubblico gli ha accordato; poi il cantautore rivendica, con voce chioccia e isterica, la propria superiorità sul resto dell'umanità, mentre il ritmo accelera indefinitamente suggerendo un'esasperazione che porta alla rovinosa caduta. E forse questa parte allude a tanti discorsi che Bennato si è sentito fare, su e giù per l'Italia: un indizio è il servizio che “Odeon”, popolarissima trasmissione televisiva del secondo Canale Rai, gli dedica nel 1977 sull'onda del successo di “La torre di Babele”, l'lp in cui è contenuto “Cantautore” e che arriva fino al terzo posto in classifica, risultando alla fine dell'anno il dodicesimo album più venduto in Italia. Età: 62. Read reviews from world’s largest community for readers. Bennato comincia a sfondare. Il più poetico dei cantautori italiani fu però probabilmente Francesco De Gregori. Ha rabbia da vendere. Sulle orme di Valeriano cominciarono a muoversi nei primi anni del decennio successivo altri due cantautori, Michele Di Fiò e Roberto Scocco, il cui esordio discografico arrivò però per entrambi solo nel 1977. Lo stesso De Gregori considerava quel lavoro un mezzo passo falso, ma comunque poco dopo avrebbe messo a segno colpi migliori.