1. Il tirocinio curriculareA partire dalla sua istituzione il Dipartimento di Studi Umanistici. 2016-2017 si è svolta l'iniziativa dell'Educational Cafè, ciclo di incontri tenuti da docenti del corso di laurea rivolti agli studenti del I e del II anno, sui temi relativi alla conoscenza del corso di laurea, delle risorse, dei servizi agli studenti e del tirocinio nonchè delle principali linee di ricerca dei docenti del corso. Onlus, Foggia; - A.v.e. Comprendere che il lavoro del pedagogista è un lavoro di "secondo livello" e che si manifesta nelle funzioni di coordinamento, formazione, supervisione, consulenza e ricerca. (Applicare conoscenza e comprensione) Le conoscenze e le competenze dei laureati in Scienze pedagogiche e progettazione educativa sono finalizzate a promuovere, organizzare, coordinare, valutare servizi educativi, formativi e riabilitativi, nei vari contesti territoriali (locale, regionale, nazionale, europeo) e riferiti alle … Scienze della formazione Promuove l’acquisizione di competenze strategiche in ambito pedagogico e valutativo, con la necessaria strumentazione per progettare, gestire e valutare contesti educativi o formativi complessi e differenziati. Corsi di laurea magistrale. La comunicazione orale verrà poi integrata da attività di comunicazione scritta attraverso la elaborazione di prodotti testuali e/o multimediali (tesine, project work, power point, video, ecc. Entrambi i corsi di laurea magistrale, peraltro, appaiono direttamente riferibili e coerenti con la specificità formativa e culturale del corso di laurea triennale in Scienze dell'educazione e della formazione, attivo dall'a.a. Pertanto le eventuali ore di tirocinio superiori alle 150 previste vengono certificate dalla Commissione Tirocini, ma non riconosciute come ulteriori CFU acquisiti. Dipartimento di Scienze della Formazione . Ordinamento SCIENZE PEDAGOGICHE Durata 2 Anni Crediti 120 Tipo di Corso Corso di Laurea Magistrale Normativa D.M. lezioni frontali, nel corso delle quali saranno esposti con metodologie tradizionali i principi ed i contenuti relativi alle discipline sopra indicate, al fine di fornire, nel corso dei due anni, il bagaglio di conoscenze specialistiche necessarie per il raggiungimento degli obiettivi formativi specifici di ciascuna di esse; Specialisti nell'educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili - (2.6.5.1.0), Docenti della formazione e dell'aggiornamento professionale - (2.6.5.3.1), Esperti della progettazione formativa e curricolare - (2.6.5.3.2), Consiglieri dell'orientamento - (2.6.5.4.0). search. abbiano acquisito, oltre alla conoscenza fluente di livello almeno B2 di una lingua europea (oltre l’italiano), almeno 48 CFU così distribuiti nei seguenti settori scientifico-disciplinari: 15 CFU in discipline pedagogiche e metodologico-didattiche (in almeno uno dei SSD M-PED/01, M-PED/02, M-PED/03, M-PED/04); 12 CFU in discipline filosofiche, psicologiche, sociologiche e antropologiche (in almeno uno dei SSD M-FIL/03, M-FIL/06, M-PSI/01, M-PSI/04, SPS/01, SPS/07, SPS/08, M-DEA/01); 12 CFU in discipline storiche, geografiche, economiche e giuridiche (in almeno uno dei SSD M-STO/01, M-STO/02, M-STO/04, M-STO/05, M-STO/06, IUS/01, IUS/07, M-GGR/01, SECS-P/10) e 9 CFU relativi alla conoscenza di una lingua straniera e alle abilità informatiche. Tali approfondite conoscenze di carattere storico trovano, altresì, ragion d'essere in un significativo rapporto di correlazione tra l'attività di progettazione e la storia dei contesti storico-culturali considerati nel loro processo evolutivo. I laureati devono implementare competenze metodologiche, connesse a capacità operative, tali da garantire un profilo di alta formazione. Il progetto formativo viene in seguito consegnato in segreteria, insieme a tutta la documentazione di richiesta di avvio delle procedure, e viene sottoposto all’attenzione della Commissione Tirocini, che ne valuta l’efficacia. Organi; Documenti del Corso di Studi. Verifica della preparazione iniziale. Università degli Studi di FoggiaVia A.Gramsci 89/91Partita IVA: 03016180717PEC: [email protected]: [email protected], Dipartimento di Studi Umanistici. Tale attività viene considerata a tutti gli effetti un'offerta formativa, oltre che professionalizzante, che va pertanto supportata dalla guida costante di tutores.Quanto agli obiettivi professionalizzanti dell’attività di tirocinio, il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in "Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa" mira alla specializzazione di pedagogisti in grado di svolgere la funzione di progettazione, coordinamento e gestione dei servizi educativi, socio-riabilitativi e formativi. DATI GENERALI 2. Il Corso di Laurea Magistrale Online in Scienze Pedagogiche è volto al completamento e perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale della classe 18. Il requisito relativo alle competenze linguistiche sarà ritenuto soddisfatto se lo studente ha sostenuto, nel precedente ciclo di studio, almeno un esame di base ed uno avanzato di una lingua dell’Unione Europea o previa presentazione della certificazione di livello almeno B2; in caso contrario le competenze linguistiche verranno accertate durante il colloquio d’accesso.2) all'esito della prova di verifica della preparazione individuale che verterà, oltre che sulle competenze linguistiche per gli studenti che non siano in possesso di certificazione B2 di una lingua europea o che non abbiano sostenuto almeno un esame di base ed uno avanzato di una lingua dell’Unione Europea, soprattutto sulle discipline caratterizzanti il percorso di studi magistrale, in quanto direttamente correlate agli obiettivi formativi e ai profili professionali in uscita. Scienze pedagogiche e servizi alla persona, che forma competenze sia nell’ambito del coordinamento e della progettazione educativi sia nel settore della ricerca e consulenza scientifica nei servizi alla persona. 3. Il Corso fornisce una formazione avanzata in pedagogia, ricerca educativa, progettazione e valutazione di servizi educativi e formativi. La collaborazione alle attività dei Laboratori e dei Centri del Dipartimento offre agli studenti la possibilità di specializzarsi in alcuni settori occupazionali, ovvero di migliorare alcune competenze nel settore della progettazione formativa. Con "tirocinio di formazione ed orientamento" (terminologia utilizzata dal legislatore) o "stage" (termine usato correntemente) si indicano:- gli stage svolti da studenti iscritti ad un corso di studio, detti tirocini o stage curriculari;- gli stage svolti da laureati non iscritti ad alcun corso di studi, effettuati entro dodici mesi dal conseguimento di un titolo, detti tirocini o stage extracurriculari.Per effetto di una complessa evoluzione normativa i tirocini curriculari ed i tirocini extracurriculari fanno riferimento a disposizioni legislative diverse.Per l’attivazione di un tirocinio, in entrambi i casi, sono necessarie le seguenti condizioni:a. un ente promotore con requisiti determinati;b. un ente ospitante con requisiti determinati;c. una convenzione di tirocinio tra ente promotore ed ente ospitante;d. una copertura assicurativa del tirocinante sia per responsabilità civile verso terzi sia per infortuni presso l'Inail;e. un progetto formativo individuale per ciascun tirocinante, in cui deve essere indicato il tutor dell'ente promotore ed eventualmente il tutor o il docente referente dell'ente ospitante, obbligatorio nel caso dei tirocini extracurriculari. L'ammissione al Corso di Laurea magistrale avverrà tramite valutazione della preparazione iniziale dello studente (ai sensi dell'articolo 6 comma 1 del D.M. Tirocinio. 2001/2002 con la denominazione di Progettista e dirigente dei servizi educativi e formativi; successivamente, a partire dall'a.a. Pedagogia e progettazione educativa Pedagogia e progettazione educativa. Esiste anche la figura del tutor interno, individuato dal Consiglio di Dipartimento tra i quattro docenti che compongono la Commissione Tirocini, uno per Corso di Studi ("Scienze dell’Educazione e della Formazione", "Lettere e Beni Culturali", "Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa") ed il quarto rappresentato dalla Delegata del Dipartimento all'Internazionalizzazione, la prof.ssa Tiziana Ingravallo, che segue l'attività di tirocinio degli studenti incoming. Possono accedere al Corso di Laurea Magistrale in "Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa":- i laureati in "Scienze dell’Educazione e della Formazione" (classe 18 del DM 509/1999 e classe L-19 del DM 270/2004) che siano in possesso di certificazione di livello almeno B2 relativa ad una lingua dell’Unione Europea (oltre l’Italiano) o, in alternativa, che abbiano sostenuto, durante la Laurea Triennale, almeno un esame di base ed uno avanzato di una lingua dell’Unione Europea (oltre l’Italiano). metodi a confronti [email protected] de serio barbara dato daniela 565007chiusano federica scienze pedagogiche e della progettazione educativa il nido come luogo educativo e come sostegno alla genitorialita'. Per essere ammessi al corso di Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche e progettazione educativa occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo dal Consiglio di corso di laurea magistrale. Metodologia della ricerca storica ITA. Lettere, Beni cu... Corsi di laurea triennale. Discipline comuni. Il corso fornisce le conoscenze e competenze teoriche, metodologico-didattiche e gestionali necessarie per saper svolgere varie attività pertinenti ai sistemi educativi e formativi.In particolare, è un percorso universitario finalizzato a formare figure di livello apicale occupate nei servizi educativi e di cura delle persone nonché negli ambiti (formali, informali e non formali) dell'istruzione, dell'educazione e della formazione permanente e ricorrente, con funzioni di consulenza pedagogica e di progettazione, coordinamento, organizzazione e gestione dei servizi.Il percorso di studi si articola in aree di apprendimento:- storico-filosofica, storico-scientifica e storico-religiosa;- pedagogica;- sociologica;- psicologica;- economica e giuridicacorrelate alle specifiche destinazioni professionali, principalmente riferite ai campi della consulenza pedagogica e della progettazione formativa nei servizi educativi e di cura riferiti a tutte le età della vita.I docenti di ogni area sono impegnati a costruire i rispettivi corsi di insegnamento attraverso una funzionale correlazione tra teoria e pratica, avvalendosi anche dell'esperienza del tirocinio e della redazione della prova finale. ORGANIZZAZIONE DELLA DIDATTICA 4. SCIENZE PEDAGOGICHE E PROGETTAZIONE EDUCATIVA Classe LM 85 Coorte 2015/2016 approvato dal Senato Accademico nella seduta del 27 ottobre 2015 Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche e progettazione educativa _ LM 85 1 1. Il tirocinio formativo e di orientamentoIl tirocinio formativo e di orientamento, detto anche stage, è una esperienza svolta in un contesto lavorativo. SCIENZE PEDAGOGICHE E PROGETTAZIONE EDUCATIVA Classe LM 85 Coorte 2015/2016 approvato dal Senato Accademico nella seduta del 27 ottobre 2015 Regolamento didattico del Corso di laurea magistrale in Scienze pedagogiche e progettazione educativa _ LM 85 1 1. Conoscenze e capacità saranno verificate attraverso attività di discussione di gruppo, di studi di caso, di prove di in itinere nonché mediante valutazioni scritte e orali. Sezioni. Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze pedagogiche è finalizzato a qualificare e valorizzare professionisti di alto profilo, nelle realtà che richiedono approfondite conoscenze e peculiari sinergiche competenze nell'ambito delle scienze pedagogiche, sociali, psicologiche e giuridiche, per contemperare esigenze riconducibili oltre che agli aspetti formativi anche agli aspetti di ordine psicologico, sociale e giuridico. Docenti. REQUISITI DI AMMISSIONE C 3. Curricolo A, Agenzie formative, servizi educativi, insegnamento; Curricolo B, Educazione ambientale e territorio, insegnamento. Presentazione del Corso. Organi; Documenti del Corso di Studi. Il corso di laurea magistrale è stato istituito nell'a.a. Le conoscenze e le competenze dei laureati in Scienze pedagogiche e progettazione educativa sono finalizzate a promuovere, organizzare, coordinare, valutare servizi educativi, formativi e riabilitativi, nei vari contesti territoriali (locale, regionale, nazionale, europeo) e riferiti alle diverse situazioni ambientali, di vita e di lavoro. Simone D., La consulenza educativa. DATI GENERALI 1.1 Dipartimento di afferenza : Scienze della formazione 270/2004 ... – consapevolezza dei diversi aspetti della progettazione educativa (analisi dei bisogni formativi, motivazione, progettazione, realizzazione e valutazione); Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Scienze Pedagogiche e Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione continua (LM 85-LM 57) intende formare professionisti con una conoscenza approfondita dei problemi e delle teorie pedagogiche e dei rispettivi ambiti di applicazione, sia educativo che formativo, specificatamente rivolto agli adulti. Scienze pedagogiche e della formazione - Pedagogia generale e sociale - Scienze didattiche e tecnologie dell'educazione e della comunicazione - Pedagogia Speciale e Educazione inclusiva - Metodologia della ricerca educativa e valutazione - Ricerca storico-educativa e comparata. Metodologia della progettazione educativa ENG - Leggi il resto. Il diario, la relazione finale del tirocinante e quella del tutor esterno, oltre ai questionari di gradimento dell’attività, somministrati ai tirocinanti e ai tutores esterni, devono essere consegnati in segreteria alla fine del percorso e sottoposti all’attenzione della Commissione Tirocini, che ha il compito di valutare l’efficacia del tirocinio e considerarla a tutti gli effetti conclusa.La successiva modifica del Regolamento, del 7 marzo 2018, è stata sollecitata dalla necessità di regolamentare l'attività di stage degli studenti incoming. Iori, Educatori e pedagogisti. Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Scienze Pedagogiche e Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione continua (LM 85-LM 57) intende formare professionisti con una conoscenza approfondita dei problemi e delle teorie pedagogiche e dei rispettivi ambiti di applicazione, sia educativo che formativo, specificatamente rivolto agli adulti. Il secondo anno prevede un pacchetto di discipline storico-scientifiche e giuridiche e un consolidamento delle competenze sociologiche. lezioni frontali, nel corso delle quali saranno esposti con metodologie tradizionali i principi ed i contenuti relativi alle discipline, al fine di fornire, nel corso dei due anni, il bagaglio di conoscenze specialistiche necessarie per il raggiungimento degli obiettivi formativi specifici di ciascuna di esse; seminari, per l'approfondimento di aspetti particolarmente complessi delle tematiche presentate nel corso delle lezioni frontali; laboratori didattici, per stimolare le capacità applicative degli studenti e per la verifica in itinere dell'apprendimento; esercitazioni, nel corso delle quali, anche mediante pratiche di simulazione, si procederà all'addestramento riguardo ad attività applicative e pratico-operative guidate dai docenti delle discipline professionalizzanti; produzione di elaborati da parte degli studenti, per l'addestramento a redigere progetti formativi ed a relazionare sui risultati conseguiti; tirocinio interno e tirocinio esterno, per applicare e verificare in condizioni operative reali le competenze acquisite. Vi è piena congruenza tra gli obiettivi formativi della classe LM-85 e gli obiettivi specifici del corso di laurea Scienze pedagogiche e progettazione educativa, che mira a fare acquisire conoscenze avanzate e competenze operative atte a formare professionisti specializzati nelle scienze pedagogiche e nel lavoro di progettazione educativa.. Nello stesso comma si legge che la formazione universitaria del pedagogista è funzionale al raggiungimento di idonee conoscenze, abilità e competenze educative rispettivamente del livello 6 e del livello 7 del Quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente, di cui alla raccomandazione 2017/C, 189/03 del Consiglio, del 22 maggio 2017, ai cui fini il pedagogista è un professionista di livello apicale.E' quindi chiaro che il Corso di Studio sta investendo molto nella riqualificazione di questa figura professionale, che già veniva adeguatamente formata prima dell'approvazione della suddetta legge, in ottemperanza alle già numerose richieste provenienti dal territorio e dalle diverse parti sociali, che richiedevano l'impiego di questo professionista in diversi ambiti delle scienze psico-pedagogiche e sociali. Per brevi approfondimenti sui contenuti delle consultazioni si veda il punto A1b.Attualmente le aziende con le quali il Dipartimento ha attivato convenzioni per l’attività di tirocinio sono più di 150. Restano tuttavia immutati la durata di tirocinio (pari a massimo 60 giorni) e il numero dei CFU (pari a 6) riconosciuti dal Dipartimento. Da oggi, 19 ottobre 2020, è previsto un ulteriore scorrimento della graduatoria per l’ammissione al Corso di laurea in Scienze dell’educazione. Gli studenti devono possedere conoscenze di base e metodologiche nei settori disciplinari pedagogico, didattico, sociologico e psicologico. Il laureato magistrale dovrà sviluppare capacità di apprendimento finalizzate a: funzionalizzare la formazione acquisita alla progettazione dei successivi percorsi di formazione, dimostrando elevato grado di autonomia critica; operare analisi, sintesi e pensiero critico funzionali correlare la propria formazione con la professionalità da esercitare nei contesti socio-educativi e negli ambienti di lavoro, in relazione ai bisogni specifici del territorio; compiere un monitoraggio costante, in forma di autovalutazione, delle proprie conoscenze e competenze al fine di poter aggiornare/integrare/approfondire i saperi di riferimento.I risultati di apprendimento attesi in ordine alla capacità di apprendimento vengono conseguiti attraverso la predisposizione - nel corso delle lezioni/esercitazioni - di attività di approfondimento di studio autonomo e motivato, attraverso ricerche (bibliografiche, d’archivio ecc.) Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT): Percorso formativo: Esperto e coordinatore dei servizi educativi montessori 0-3 anni, Dipartimento di Studi Umanistici - Offerta formativa a.a. 2020/2021, Specialisti nell’educazione e nella formazione di soggetti diversamente abili - 2.6.5.1.0, Docenti della formazione e dell'aggiornamento professionale - 2.6.5.3.1, Esperti della progettazione formativa e curricolare - 2.6.5.3.2, Consiglieri dell'orientamento - 2.6.5.4.0. La gestione dei servizi, invece, riguarda più specificamente l'individuazione delle risorse materiali e umane necessarie per raggiungere gli obiettivi generali e specifici del servizio educativo e soddisfare così i fabbisogni educativi degli utenti. Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa A.A. 2019/2020 PARTE PRIMA Articolo 1 - Denominazione Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in “Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa”, attivato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, appartiene alle Organi; Documenti del Corso di Studi. Si precisa, infine, che ai sensi della legge 14 gennaio 2013, n. 4, la professione del pedagogista è compresa nell'ambito delle professioni non organizzate in ordini o collegi.Nel comma 595 si fa invece presente che la qualifica di pedagogista è attribuita a seguito del rilascio di un diploma di laurea abilitante nelle Classi di Laurea Magistrale in “Programmazione e gestione dei servizi educativi” (LM-50) e in “Scienze Pedagogiche” (LM-85), oltre che in “Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione Continua” (LM-57) e in “Teorie e Metodologie dell'E-learning e della Media Education” (LM-93). In particolare il corso di laurea magistrale attiverà due … durante il corso e le loro riflessioni ed eventuali apprendimenti.Verifica scritta alla fine del corso e colloquio orale: Programma esteso: Didattica generale e progettazione educativa con particolare attenzione ai servizi per l'infanzia e ai servizi socio-educativi per la persona Il percorso formativo per il raggiungimento degli obiettivi sopra menzionati si articolerà secondo le tipologie di attività formative e gli strumenti didattici di seguito descritti: © Copyright 2016 - Università degli Studi di Catania - Piazza Università, 2 - 95131 Catania - Partita IVA 02772010878 -, CHIRURGIA GENERALE E SPECIALITÀ MEDICO-CHIRURGICHE, INGEGNERIA ELETTRICA, ELETTRONICA E INFORMATICA, SCIENZE BIOLOGICHE, GEOLOGICHE E AMBIENTALI, SCIENZE MEDICHE, CHIRURGICHE E TECNOLOGIE AVANZATE "INGRASSIA", Struttura didattica speciale di ARCHITETTURA (Siracusa), Struttura didattica speciale di LINGUE E LETTERATURE STRANIERE (Ragusa), SCUOLA DI LINGUA E CULTURA ITALIANA PER STRANIERI. Il colloquio saggerà anche il livello motivazionale degli studenti.Non sono tenuti a sostenere la suddetta prova:a) gli studenti che hanno richiesto il passaggio dal Corso di Laurea Specialistica in "Progettista e Dirigente dei Servizi Educativi e Formativi" al nuovo Corso di Laurea Magistrale in "Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa", purché siano in possesso di certificazione B2 di una lingua europea o abbiano sostenuto almeno un esame di base ed uno avanzato di una lingua dell’Unione Europea;b) gli iscritti alla Laurea Magistrale in possesso del titolo di Laurea ante D.M. Il Corso di Laurea Magistrale Online in Scienze Pedagogiche è volto al completamento e perfezionamento della formazione acquisita nei corsi di laurea triennale della classe 18. Ordinamento SCIENZE PEDAGOGICHE Durata 2 Anni Crediti 120 Tipo di Corso Corso di Laurea Magistrale Normativa D.M. 546182palumbo maria scienze pedagogiche e della progettazione educativa una stanza tutta per se': la questione di genere nell'opera di virginia woolf [email protected] cagnolati antonella daniele antonio r. 565095perrone rosa scienze pedagogiche e della progettazione educativa il bambino come germoglio del grande albero dell'umanita'. Scienze Pedagogiche; Home News e Avvisi Presentazione del Corso Modalità di accesso - Immatricolazioni Didattica Strumenti online per la didattica Insegnamenti Calendario Lezioni ed Appelli Esame Finale Piano di Studi Regolamenti Guida dello Studente Valutazione della Didattica Verifica Lingua Straniera Attività e Servizi Orientamento in Ingresso Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa A.A.2020/2021 PARTEPRIMA Articolo 1 - Denominazione Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in “Scienze Pedagogiche e della Progettazione Educativa”, attivato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Foggia, appartiene alle CdL Filologia, Letterature e Storia (LM-14 e LM-15) CdL Scienze pedagogiche e della progettazione educ... Primo anno. 2. Scienze pedagogiche. In particolare il corso di laurea magistrale attiverà due curriculi finalizzati allo sviluppo di: I laureati di entrambi i percorsi curriculari dovranno possedere solide e approfondite competenze e conoscenze in ordine all'epistemologia pedagogica più aggiornata, a metodi e tecniche di valutazione dei processi educativi e formativi, alla sperimentazione di metodologie e tecniche educative, ai contesti sociali e culturali, nonché politici e istituzionali nella loro evoluzione storica, alla lingua straniera, così come anche in quelle discipline che, come la filosofia, la storia, la psicologia e la sociologia, da un lato concorrono a definirne l'intero quadro concettuale e, dall'altro, ne favoriscono l'applicazione nei differenti contesti educativi, formativi e d'istruzione. Corso di laurea: Scienze Pedagogiche e Progettazione Educativa A.A. 2019/2020 Risultati d’apprendimento previsti . Tali conoscenze e competenze saranno integrate per meglio rispondere ai contenuti curriculari mirati anche a formare personale destinato alla formazione e alla didattica con conoscenze nelle discipline filosofiche (M-FIL/07 - M-FIL/06), sociologiche (SPS/07), psicologiche (M-PSI/01) e, particolarmente approfondite e mirate, nelle discipline storiche (L-ANT/03, M-STO/01, M-STO/02). w. Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattate, che offre Le richieste di convenzione possono essere sollecitate, infatti, dagli stessi studenti, che in base ai propri interessi professionali, coerentemente con gli sbocchi occupazionali in uscita del proprio Corso di Studio, possono richiedere che vengano attivate nuove convenzioni con enti interessati a collaborare con il Dipartimento. Pertanto gli enti più frequentemente deputati alla specializzazione sul campo degli studenti del suddetto Corso di Studio sono quelli che rientrano più genericamente nel settore dei servizi alla persona, ovvero quelli delle professioni intellettuali e scientifiche per attività di consulenza e di gestione di progetti di formazione, di strutture, servizi e sistemi di formazione, comprese le scuole, le biblioteche, gli enti locali e i centri di formazione permanente e ricorrente.Nel caso del Corso di Laurea Magistrale si tiene anche conto del principio della continuità dell'offerta formativa e professionalizzante tra i due Corsi di Laurea, per cui durante il percorso di assistenza allo stage si fa presente agli studenti la possibilità di svolgere la propria attività di tirocinio nella stessa sede in cui hanno svolto il tirocinio durante il Corso di Studio Triennale. Il Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Scienze Pedagogiche e Scienze dell'Educazione degli Adulti e della Formazione continua (LM 85-LM 57) intende formare professionisti con una conoscenza approfondita dei problemi e delle teorie pedagogiche e dei rispettivi ambiti di applicazione, sia educativo che formativo, specificatamente rivolto agli adulti. Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione. I laureati devono implementare competenze metodologiche, connesse a capacità operative, tali da garantire un profilo di alta formazione. Per costoro all'articolo 3, relativo alle modalità esecutive, è stato inserito un apposito comma (3) che chiarisce che gli studenti stranieri incoming, che svolgono attività formative presso il Dipartimento, possono presentare domanda di tirocinio e stabilisce che a loro è concessa la possibilità di svolgere un tirocinio di durata superiore alle 150 ore, qualora previsto dai piani di studio dell'Università di appartenenza. Metodologia della progettazione educativa ENG - Leggi il resto. Scienze pedagogiche e servizi alla persona, che forma competenze sia nell’ambito del coordinamento e della progettazione educativi sia nel settore della ricerca e consulenza scientifica nei servizi alla persona. ... Gallelli - Metodologia della progettazione educativa.pdf — Documento PDF, 332 KB (340757 bytes) Ultima modifica: 19/09/2018. Corsi di laurea. Scienze pedagogiche. 4 agosto 2000). ... MODELLI DI PROGETTAZIONE PEDAGOGICA E POLITICHE EDUCATIVE - METODI E TECNICHE DI VALUTAZIONE Modulo MODELLI DI PROGETTAZIONE PEDAGOGICA E POLITICHE EDUCATIVE: TOMARCHIO M. … Laurearsi. Vi è piena congruenza tra gli Scienze Pedagogiche e progettazione educativa, che mira a fare acquisire conoscenze avanzate e competenze operative atte a formare professionisti specializzati nelle scienze pedagogiche e nel lavoro di progettazione educativa. Allo scopo di facilitare l'incontro fra laureati ed aziende l'Università garantisce, inoltre, la pubblicazione, nel sito web di Ateneo, delle offerte di tirocini da parte di strutture ospitanti, enti ed aziende pubbliche e private.Lo svolgimento del tirocinio è subordinato all'erogazione di una congrua indennità stabilita sulla base della normativa vigente. ... Metodologia per l’innovazione educativa e l’integrazione sociale 10 Vi è piena congruenza tra gli obiettivi formativi della classe LM-85 e gli obiettivi specifici del corso di laurea in Scienze Pedagogiche e progettazione educativa, che mira a fare acquisire conoscenze avanzate e competenze operative atte a formare professionisti specializzati nelle scienze pedagogiche e … Vengono inoltre riconosciute, ai sensi della normativa vigente, eventuali attività professionalizzanti, purché vi abbia partecipato l'università, fino ad un massimo di 12 CFU. Dipartimento di Studi Umanistici. Cerca: Home; Il corso. Studiare. Quest'ultimo aspetto garantisce una maggiore integrazione tra il Corso di Studio e il territorio, utile tanto agli studenti quanto al Corso stesso: da un lato gli studenti che collaborano con le strutture del Dipartimento in qualità di tirocinanti hanno la possibilità di conoscere meglio il bacino occupazionale del territorio, anche sulla base di una più approfondita conoscenza dei profili professionali in uscita dai Corsi di Studi del Dipartimento, che nel percorso di studi magistrali vengono ancor meglio definiti in termini di competenze specialistiche; dall’altro lato la presenza di tirocinanti nel Dipartimento garantisce al Corso di Studio l’opportunità di incentivare i necessari scambi con il territorio perché gli studenti stessi si fanno portavoce dei bisogni delle parti interessate, ovvero della necessità di una eventuale definizione e riprogettazione dell’offerta formativa in termini di obiettivi di apprendimento, ma soprattutto di competenze.