fbpx

Istallazioni di impianti fotovoltaici nel 2019, analisi dei numeri di TERNA.

Terna ha pubblicato lo scorso 27 febbraio i dati aggiornati al 31/12/2019 relativi al settore fotovoltaico in Italia.

Nel corso dell’intero anno, sono stati installati 784 MW, con un notevole aumento rispetto all’anno 2018 in cui la potenza si era fermata a soli 402 MW (+95%). Allo stesso tempo, risulta necessario analizzare nel dettaglio i numeri, per poter interpretare al meglio una così forte espansione avvenuta dopo 7 anni di sostanziale stagnazione. (vedi immagine).

A livello di numerosità, gli impianti realizzati nel 2019 sono stai 57.436, registrano un notevole aumento rispetto agli anni precedenti, rispettivamente 43.936 nel 2017 e 48.225 nel 2018. Continuano a farla da padrone le regioni del nord: Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, mentre sulla potenza installata pesano gli investimenti effettuati su grandi impianti in Puglia (86 MWp ) e Sardegna (36 MWp). L’impianto pugliese ha coperto quasi da solo l’11% del totale della potenza installata.

Distribuzione per taglie di potenza.

Gli impianti più installati continuano ad essere quelli di piccola taglia, inferiori ai 12kW, che da soli coprono il 91,49% del totale degli impianti installati. I grandi impianti invece, sebbene numericamente contribuiscono solo per lo 0,1% del totale, come potenza riescono quasi ad equiparare i piccoli tallonandoli da vicino al 26% contro il 29%.

Se vogliamo indagare gli effetti della cessione del credito in vigore grazie all’art. 10 del DL crescita fino al 31/12/2019 confrontiamo i dati dell’ultimo trimestre 2019 con i rispettivi dell’ultimo trimestre 2018.

Analizzando i dati si potrebbe attribuire ai benefici della cessione del credito nel complesso, un incremento del 5% degli impianti installati. Sarebbe utile allo stesso tempo analizzare una finestra più ampia di dati, allo scopo di stabilizzare il dato. Questo non sarà possibile a causa della cancellazione dell’agevolazione a partire dal 2020.

Curiosità.

Resta da approfondire quanto accaduto in quelle regioni dove si registrano variazioni negative, in particolare in Piemonte e Calabria.

Related Posts

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami