fbpx

Elena Tagliani nuovo General Manager di PV Shield

PV Shield azienda leader nella creazione di opportunità commerciali (lead) nel settore dell’energia rinnovabile e del green thinking in generale, è stata recentemente acquisita da Zanotti Energy Group (vedi news).

PV Shield oltre ai servizi di vendita lead che la caratterizzano, inserirà altre linee di azione tra le quali processi guidati all’utilizzazione delle opportunità commerciali, azioni integrate di marketing per produttori e distributori, gestione delle operazioni post vendita per aziende partner.

Entra a far parte del team di Zanotti Energy Group, Elena Tagliani, già responsabile alla generazione e lead manager di una importante azienda system integrator nota per essere uno dei maggiori installatori di TESLA Powerwall in Europa, con il ruolo di General manager.

Elena Tagliani ha un profondo background in temi di comunicazione, organizzazioni profit e non profit e riveste il ruolo di associata al gruppo di lavoro Internazionalizzazione dell’associazione Italia Solare.

Sentiamo direttamente dalla voce di Elena Tagliani, Andrea Zanotti CEO di PV Shield e Giovanni Simoni di Kenergia, risposte ad alcuni temi chiave.

Elena Tagliani, cosa ci può dire dell’ambizioso piano che ha portato ZEG all’acquisizione di PV Shield, e quali sono i piani futuri?

PV Shield è senza dubbio un’azienda visibile nel mercato, su internet e social come un soggetto innovativo nella raccolta di consensi ed opportunità commerciali con le sue aziende clienti. Il Piano che Andrea Zanotti ed io abbiamo implementato è ambizioso ma raggiungibile e porterà alla creazione di un nuovo sistema di generazione della clientela. Il progetto innovativo ha come scopo l’applicazione di un sistema guidato di azioni integrate per distributori, produttori ed aziende partner. Ho già sperimentato, con un certo successo, sistemi e procedure non ancora presenti in Italia ma derivate dai classici sistemi americani.

Quali mezzi di comunicazione e quali leve utilizzerà PV Shield in maniera prevalente?

Web, Social e strumenti operativi tipici della gestione big number (che non sono sistemi push) che metteremo a disposizione dei nostri clienti in modo puntuale e trasparente. Oggi il maggior problema nell’ottenere il miglior risultato da un’opportunità commerciale è che non si cura abbastanza la qualità di ogni singolo passaggio, compreso il post vendita. Il nuovo progetto PV Shield invece considera un cliente potenziale come un processo circolare soggetto a feedback.

Per finire quale vantaggio può avere un’ azienda cliente di PV Shield?

Il maggior vantaggio è che ZEG e PV Shield contengono professionalità elevatissime nel settore delle energie rinnovabili, della mobilità elettrica e del fotovoltaico in generale. Non ultimo PV Shield ha facoltà di poter avvalersi di consulenti di mercato e di processo, in tema di Solare, di livello internazionale. Il cliente PV Shield troverà un approccio intelligente, razionale e corretto per i suoi temi di generazione clientela, consenso e ricerca di reti di installatori e vendita. PV Shield è la risposta razionale, metodica e sistematica alla confusione del settore delle rinnovabili e per il green thinking.

Andrea Zanotti, la sua azienda è un importante punto di riferimento sul territorio nazionale per servizi integrati alle aziende, con PV Shield vuole ampliare l’orizzonte?

Sicuramente PV Shield ha tutte le possibilità di sostenere le aziende nella generazione e gestione delle opportunità commerciali e ritengo che l’esperienza e la capacità tecnica della Zanotti Energy Group possano insieme implementare processi innovativi e senza precedenti.

Il mercato fotovoltaico e storage vede già altre aziende che si occupano di generazione di opportunità commerciali, perché pensa che questo progetto sia innovativo?

Abbiamo progettato un’azienda che si avvale di professionalità diverse e multi disciplinari, dipendenti, consulenti e partner per un servizio integrato completo che possa essere conveniente sia alle Utility e multi-utility sia al semplice installatore. Metodo e strumenti saranno un punto di forza a disposizione dei nostri clienti nella generazione e gestione del loro business.

Ing. Simoni, lei è uno degli investitori di PV Shield: cosa ne pensa e come immagina possa essere utile al mercato delle rinnovabili?

Kenergia, socio fondatore di PV Shield, ha voluto mantenere la propria partecipazione nella società, convinti come siamo, che tra Zanotti ed il nostro gruppo esistano molte importanti potenzialità di crescita complementare. La piattaforma “PV Shield” si rinnova in un mercato già mutato da quando è stata progettata e realizzata. Ora competenza e competitività sono ancora, più di prima, elementi essenziali per interpretare il mercato. Introdurremo novità nell’offerta, semplificheremo l’accesso ai servizi ed ai prodotti delle rinnovabili non programmabili. Vogliamo essere uno strumento di efficienza per tutti gli operatori e per tutti gli utenti. Chiarezza e semplificazione saranno due parole chiave del nuovo percorso imprenditoriale di PV Shield.

Lascia una recensione

avatar
  Subscribe  
Notificami